PRESSIONE ARTERIOSA E FOGLIE DI ULIVO

Il rapporto tra pressione arteriosa e foglie di ulivo ci interessa particolarmente per lo stretto legame che può avere con il concetto di salute umana.

Anzitutto vogliamo evidenziare come il concetto di pressione arteriosa va preso in considerazione in modo molto attento.

In questo aricolo prenderemo più specificamente in considerazione la relazione tra pressione arteriosa e foglie di ulivo ed effetti dell’utilizzo degli estratti/infusi su di essa e quindi sulla salute.

Prima di tutto è importante rilevare come prendere alla leggera eventuali disfunzioni nella pressione arteriosa può essere piuttosto pericoloso.

Prima di affrontare più nel dettaglio l’argomento  pressione arteriosa e foglie di ulivo è opportuno ricordare cosa si intende quando si parla di pressione arteriosa.

Durante il ciclo cardiaco la pressione è massima in sistole (pressione massima o sistolica) ed è minima in diastole (pressione minima o diastolica).

Allorchè si parla di pressione arteriosa è normale e logico definire i due valori, ognuno indicativo di una certa condizione.

La pressione sanguigna di norma si misura prendendo in considerazione questi due dati :

  • il dato di massima o sistolica espressa in mmHg;
  • il dato di minima o diastolica espressa in mmHg.

I dati considerati medi o normali da un punto di vista clinico variano da persona a persona in funzione di molteplici parametri.

PARAMETRI INFLUENTI SULLE VARIAZIONI DI PRESSIONE

Specificamente possiamo considerare i seguenti parametri quali influenti sulle variazioni dei dati medi di pressione:

  1. la pressione arteriosa varia al variare dell’età;
  2. il genere o sesso influisce anch’esso sui dati;
  3. va tenuta in considerazione la razza di appartenenza;
  4. il peso del singolo soggeto ha una sua valenza non trascurabile;
  5. le condizioni di salute del soggetto anche influiscono sui dati medi di pressione;
  6. ancora il momento o l’ora in cui si rileva il dato della pressione ha la sua influenza;
  7. infine anche il tipo di macchinario utilizzato per il test ha una sua influenza sul risultato ottenibile.

PRESSIONE ARTERIOSA NORMALE E VALORI A RISCHIO

Quando ci troviamo di fronte ad una persona adulta con condizioni di peso e salute nella norma si può indicativamente individuare come soglia media ottimale della pressione quella che va da 120 mmHg per la massima e 80 mmHg per la minima.

Tuttavia questi sono come è ovvio dati di estrema generalizzazione in quanto ogni singolo caso va considerato a se stante dal medico preposto a seguire il singolo paziente.

Posto ciò si può anche generalizzare con alcuni dati i quali ci indicano che pressioni con valori del tipo 140/99 per i valori massimi e valori inferiori di 60/40 per quelli minimi possono e devono mettere in allarme.

La diretta conseguenza della rilevazione di dati di queste entità è che il singolo soggetto deve senza ritardi approfondire col proprio medico possibili cause e contromisure.

Indicativamente possiamo anche evidenziare i seguenti limiti generali di normalità/anormalità del dato di pressione sistolica e diastolica:

pressione arteriosa livelli di attenzione indicativi

FOGLIE DI ULIVO E  PRESSIONE ARTERIOSA

Senza la presunzione di sostituirci a qualsivoglia parere o terapia medica siamo interessati a far rilevare come vi sono stati, negli ultimi decenni, molteplici studi scientifici sulle foglie di ulivo. Gli studi che hanno posto in evidenza i benefici degli infusi di foglie di ulivo sulla pressione. Anche gli estratti secchi di foglie di ulivo, con i loro interessantissimi componenti, possono rappresentare un ottimo coadiuvante nel controllo dei livelli della pressione arteriosa.

E’ opportuno rilevare come  in caso di soggetti con pressione sanguigna alta vi sia un aumento della possibilità o meglio del grado di rischiosità verso patologie come l’ ictus, gli attacchi di cuore ed i problemi ai reni.

In particolare possiamo rilevare come l’alta pressione sanguigna è uno dei fattori predittivi più precisi delle malattie cardiovascolari che sono negli USA il fattore killer numero 1.

DEFINIAMO IL CONCETTO DI IPERTENSIONE ARTERIOSA

Possiamo usare il termine “ipertensione arteriosa” per definire una condizione costante in cui i valori rilevati di pressione risultano più elevati di quelli che sono fisiologicamente considerati come normali.

Si può quindi dire che una persona soffre di ipertensione arteriosa (o di pressione alta):

” se la sua pressione diastolica è costantemente superiore al valore di 90 mmHg (ipertensione diastolica) e se la sua pressione sistolica è costantemente superiore al valore di 140 mmHg (ipertensione sistolica)”;

Secondo le attuali norme mediche, la cosiddetta “ipertensione di fase 1” inizia appunto con letture di 140/90 mmHg o superiori rilevate con una certa costanza per il singolo paziente.

Tuttavia, come Life Extension® ha evidenziato da tempo, una più attuale visione della letteratura scientifica suggerisce che per ogni aumento di 20/10 mmHg oltre i 115/75 mmHg, il rischio di malattie cardiovascolari si raddoppia.

L’Organizzazione Mondiale della  Sanità ( OMS )  considera questa patologia uno dei principali problemi di salute pubblica (sono circa un miliardo i soggetti interessati) tant’è vero che questa causa circa 9 milioni di vittime ogni anno.

Non c’è quindi da meravigliarsi che molte persone siano interessate a controllare l’ipertensione.

L’assunzione di farmaci ha sicuramente vantaggi e da risultati apprezzabili sul controllo dei livelli di pressione.

Al contempo gli effetti collaterali da farmaci antipertensivi possono essere fastidiosi per alcuni individui che sono quindi incentivati a cercare alternative naturali.

DOMANDE CHIAVE PER DEFINIRE IL RAPPORTO PRESSIONE ARTERIOSA E FOGLIE DI ULIVO

Le domande relative al rapporto pressione arteriosa e foglie di ulivo cui interessa dare una risposta sono le seguenti :

  1. E’ possibile abbassare la pressione sanguigna con estratti/infusi di foglie di ulivo?
  2. E’ sicuro ( ovvero può presentare rischi) l’utilizzo l’estratto/infuso di foglie di ulivo per chi soffre di ipertensione o pressione alta?

Il frutto d’oliva (Olea europaea) è un componente fondamentale della dieta mediterranea. I suoi vantaggi sanitari ad ampio spettro sono stati ben documentati nella letteratura clinica dagli anni ’50 in poi.

La ricerca preliminare effettuata su animali e sull’uomo suggerisce che l’estratto di foglie di oliva può effettivamente ridurre la pressione arteriosa (Nutricion Hospitalaria, luglio 2015; Journal of Medicinal Food, maggio 2016).

In uno studio epidemiologico ( di cui accenneremo più oltre)  i ricercatori hanno scoperto che l’estratto di foglie di oliva (500 mg due volte al giorno) è stato efficace quanto il captopril. Il Captopril è un farmaco idoneo al trattamenmto della pressione sanguigna alta alle dosi di solito prescritte (Phytomedicine, 15 febbraio 2011).

La gamma di composti beneficI presenti nei frutti dell’olivo include molteplici sostanze utili alla salute umana.

Tuttavia, è l’oleuropeina, presente nei frutti e nell’olio extravergine e soprattutto trovata in alte concentrazioni nelle foglie dell’olivo, che è in gran parte responsabile dell’effetto benefico sull’alta pressione sanguigna. (1-5)

Vedremo più oltre perchè l’oleuropeina ha questi effetti benefici.

EFFICACIA SULLA PRESSIONE ARTERIOSA NELL’UOMO DELL’INFUSO/ESTRATTO DI FOGLIE DI ULIVO

Una moltitudine di fattori causali sottende la pressione sanguigna incontrollata. Molti casi di ipertensione implicano maggiori gradi di rigidità arteriosia.

Questa rigidità o mancanza di elasticità, di solito inizia nelle arterie periferiche arteriole-piccole, in zone più distanti dal cuore ed eventualmente si diffonde alle arterie più grandi.

È stato dimostrato che l’ Oleuropeina mira specificamente alla resistenza arteriosa e alla rigidità, migliorando la funzione endoteliale e portando la pressione sanguigna sotto controllo.

Realizza questo in parte modulando il flusso del canale di calcio, con un ottimo profilo di tollerabilità  (6, 7-10)

pressione arteriosa e foglie di ulivo - oleuropeina formula


Per valutare l’ efficacia nell’uomo in un processo controllato a marchio aperto, gli scienziati hanno somministrato una formulazione di estratto di foglie di ulivo a 20 coppie di gemelli identici. I gemelli erano di età compresa tra i 18 e i 60 anni, i quali avevano tutti un livello di ipertensione borderline.

Un gruppo di gemelli ha preso 500 mg di estratto al giorno per otto settimane, mentre i gemelli hanno preso 1.000 mg, abbinati con un gruppo di controllo cui e stato fatto solo cambiare stile di vita.

I livelli medi di pressione sanguigna sono aumentati per il gruppo di controllo e sono diminuiti modestamente per il gruppo di 500 mg.

Tuttavia, la pressione arteriosa media per il gruppo trattato con estratto di foglie di olivo da 1.000 mg è diminuita da 137 mmHg a 126 mmHg (sistolica) e da 80 mmHg a 76 mmHg (diastolica) e in sole otto settimane. (7)

UNO STUDIO AMPIO E SIGNIFICATIVO SULLA RELAZIONE PRESSIONE ARTERIOSA E FOGLIE DI ULIVO

Questi risultati sono stati sostenuti da un altro studio più ampio su 232 pazienti di età compresa tra i 25 ei 60 anni, con ipertensione di stadio 1.

In un trial randomizzato, doppio cieco e controllato attivo, gli scienziati hanno confrontato l’efficacia dell’estratto foglie d’olivo contro il captopril (Capoten®), un farmaco antipertensivo.

Alcuni partecipanti hanno ricevuto dosaggi di 500 mg della formulazione di estratto di foglie di olivo due volte al giorno. Un altro gruppo è stato sottoposto a somministrazione di dosaggi standard per due volte al giorno da 12,5 a 25 mg (a seconda delle necessità) di captopril.

Dopo un periodo di trattamento di otto settimane, la pressione sanguigna è stata rilevata come ridotta per entrambi i gruppi.

Le letture sistoliche sono diminuite di una media di 11,5 e 13,7 mmHg per i gruppi trattati con estratto di foglie di ulivo e di captopril, rispettivamente.

Inoltre, le letture diastoliche sono diminuite di una media di 4,8 e 6,4 mmHg per i gruppi trattati con estratto di foglie di olivo e captopril, rispettivamente.

La differenza nei risultati tra i gruppi non è stata considerata significativa e la squadra ha concluso che l’estratto di foglie di olivo “è stato altrettanto efficace” come l’opzione di trattamento farmacologico. (1)

Inoltre, gli scienziati hanno notato una riduzione media del 7,8% dei livelli di trigliceridi tra il gruppo di estratto di foglie di oliva.

Il gruppo trattato con estratto ha inoltre ottenuto una diminuzione media del 2,8% nel colesterolo totale e del 2,9% nella lipoproteina a bassa densità (LDL). Non sono state rilevate tali riduzioni nel gruppo sottoposto a trattamento farmacologico. (1)

Il team di studio ha ipotizzato che i costituenti dell’estratto di foglie di oliva “potrebbero essere associati all’inibizione dell’enzima di conversione dell’angiotensina”, un effetto che aiuta a rilassare le pareti delle arterie (1).

PROVA ORA L’INFUSO DI FOGLIE DI ULIVO

CONCLUSIONI PRESSIONE ARTERIOSA E FOGLIE DI ULIVO

In conclusione possiamo dire che le diete ad alto contenuto di polifenoli sono state rilevate come in grado di ridurre il rischio di malattie croniche.

Gli studi hanno inoltre dimostrato che il consumo di estratto/infuso di foglie di ulivo ricco di fenoli (OLE) può ridurre significativamente la pressione del sangue nei soggetti affetti da ipertensione.

L’effetto ottenuto ha una consistenza di risultati comparabile ad un farmaco antipertensivo di uso comune.

Non vi sono state per contro molte ricerche in generale sui pro e i contro dell’uso dell’infuso/estratto di foglie di ulivo come  supplemento dietetico.

Questo ci può far concludere che grazie a molecole come l’oleuropeina, contenuta in gran quantità biodisponibile, negli estratti/infusi di foglie di ulivo si possono ottenere, in modo del tutto naturale, effetti di stabilizzazione della pressione arteriosa interessantissimi.

Quindi si possono avere effetti positivi sia per persone che abbiano dati di pressione sistolica elevati sia per persone che abbiano dati di pressione diastolica non ottimali poichè l’infuso delle foglie di ulivo agisce come ottimo stabilizzatore naturale.

BIBLIOGRAFIA : PRESSIONE ARTERIOSA E FOGLIE DI ULIVO
  • 1. Jänicke C, Grünwald J, Brendler T. Handbuch Phytotherapie. Stoccarda, Germania: Wissenschaftliche Verlagsgesellschaft; 2003.
  • 2. Cherif S, Rahal N, Haouala M, et al. Uno studio clinico di un estratto di Olea titolato nel trattamento dell’ipertensione arteriosa essenziale. J Pharm Belg. 1996 Mar-Apr; 51 (2): 69-71.
  • 3. Bennani-Kabchi N, Fdhil H, Cherra Y, et al. Effetti di Olea europaea var. Foglie di oleaster nei ratti di sabbia resistenti all’insulina ipercolesterolemici. Therapie. 1999 nov-dic; 54 (6): 717-23.
  • 4. Bennani-Kabchi N, Fdhil H, Cherrah Y, El Bouayadi F, Kehel L, Marquie G. Effetto terapeutico di Olea europea var. Foglie di oleaster sul metabolismo dei carboidrati e lipidici nei ratti di sabbia obesi e prediabetici (Psammomys obesus). Ann Pharm Fr. 2000 Jul; 58 (4): 271-7.
  • 5. Petkov V, Manolov P. Analisi farmacologica dell’isido iridoid oleuropeina. Arzneiforschung. 1972 Sep; 22 (9): 1476-86.
  • 6. Susalit E, Agus N, Effendi I, et al. Olive (Olea europaea) leaf extract effective in patients with stage-1 hypertension: comparison with captopril. Phytomedicine. 2011 Feb 15;18(4):251-8
  • 7. Perrinjaquet-Moccetti1 T, Busjahn A, Schmidlin C, Schmidt A, Brad B, Aydogan C. L’integrazione alimentare con estratto di foglie di ulivo (Olea europaea L.) riduce la pressione sanguigna nei gemelli monozygotic ipertensivi borderline. Phytother. Res.2008; 22: 1239-1242.
  • 8. Benolea® EFLA 943. Studio non pubblicato. 11 ottobre 2011.
  • 9. Scheffler A, Rauwald HW, Kampa B, Mann U, Mohr FW, Dhein S. Olea europaea estratto di foglie esegue gli effetti antagonisti del canale Ca di tipo L. J Ethnopharmacol. 2008 22 nov; 120 (2): 233-40.
  • 10. Gilani AH, Khan A, Shah AJ, Connor J, Jabeen Q. L’effetto di abbassamento della pressione sanguigna dell’oliva viene mediato attraverso il blocco dei canali di calcio. Int J Food Sci Nutr. 2005 Dec; 56 (8): 613-20.
  • 11. Perrinjaquet-Moccetti1 T, Busjahn A, Schmidlin C, Schmidt A, Brad B, Aydogan C. L’integrazione alimentare con estratto di foglie di oliva (Olea europaea L.) riduce la pressione sanguigna nei gemelli monozygotic ipertensivi borderline. Phytother. Res.2008; 22: 1239-1242.
DISCLAIMER 

Le informazioni fornite su questo sito sono a scopo informativo e non sono intese come sostituti di consiglio del medico o di qualsiasi informazione contenuta in etichette o imballaggi.

Le informazioni di questo sito non sono da utilizzarsi per la diagnosi o il trattamento di qualsiasi problema di salute o per la prescrizione di qualsiasi medicinale o altro trattamento.

E’ consigliabile consultare un professionista sanitario prima di iniziare qualsiasi programma di dieta o integratore e prima di prendere qualsiasi medicinale o se avete sospetti di avere un problema di salute.

Suggeriamo di non smettere di prendere qualsiasi medicinale senza prima aver consultato il proprio medico.

 

BENESSERE E SALUTE NATURALI DALL'INFUSO DI FOGLIE DI ULIVO

 

ACQUISTA ADESSO L'INFUSO DI FOGLIE DI ULIVO